Le cause delle disfunzioni sessuali

DISFUNZIONI SESSUALIIn generale possiamo affermare che l'eziologia delle disfunzioni sessuali è multicasuale, ovvero può dipendere sia da cause biologiche che psicologiche, a loro volta divise in cause remote e cause immediate.

CAUSE REMOTE DELLE DISFUNZIONI SESSUALI

Le cause remote fanno riferimento al passato e in genere, per lo studio e l'analisi di queste si fa riferimento a diversi quadri teorici: psicoanalitico per le cause intrapsichiche, sistemico-relazionale per quelle relazionali e comportamentale per le cause apprese.

CAUSE IMMEDIATE DELLE DISFUNZIONI SESSUALI

Le cause immediate delle disfunzioni sessuali sono quei fattori che agiscono nel "qui ed ora", ovvero nel presente, pregiudicando la reazione sessuale nel momento in cui la persona è impegnata a compiere l'atto sessuale. E' utile in questi casi che il terapeuta indaghi per un uomo il simbolismo associato ad esempio al non raggiungimento dell’erezione.

Questa distinzione permette al consulente sessuale di valutare, in fase di raccolta dei dati (anamnestica), la presenza e il peso di questi fattori così da capire se intervenire con una terapia o con un percorso di educazione sessuale.

In questa sede ci soffermeremo sulle cause immediate dei disturbi sessuali.

QUALI SONO LE PRINCIPALI CAUSE IMMEDIATE DELLE DISFUNZIONI SESSUALI?

  1. Ignoranza sessuale e incapacità della coppia ad impegnarsi in comportamenti sessuali efficaci
  2. Ansie sessuali
  3. Difese intellettuali
  4. Incapacità di comunicare

1. L'INCAPACITA' DOVUTA A CARENZA DI INFORMAZIONI

Una causa immediata delle disfunzioni sessuali può appunto derivare da una scarsa intelligenza sessuale, ovvero da una mancata o scarsa conoscenza delle rispettive esigenze sessuali e dell’anatomo-fisiologia degli organi genitali. Questa carenza di tipo cognitivo spesso è dovuta alla disinformazione promossa dai media, alla scarsa esperienza, alla presenza di miti e stereotipi culturali, carenza conoscitiva/applicazione delle tecniche amatorie. "Non so come stimolarti sessualmente, ma non so neanche come mi piace essere stimolato, perché mai nessuno me lo ha spiegato".

In altri casi può esserci alla base una riluttanza inconscia, ovvero sensi di colpa, conflitti inconsci, ostilità verso il partner, paura del piacere e di perdere il controllo che spesso produce evitamento.

INTERVENTO: in questi casi si opera attraverso un intervento di tipo pedagogico, in cui insegnano le rispettive esigenze dei due partner e l’anatomo-fisiologia degli organi o attraverso la terapia sessuale breve.

2. ANSIE SESSUALI

Disturbi sessuali

L'ansia sessuale, spesso diventa fine a stessa e se è eccessiva, impedisce di agire. Compare nel momento in cui la persona sta per provare il rapporto sessuale. Il desiderio primario di una donna è l’essere desiderate. Se un uomo, ha un problema sessuale, può non desiderare la donna e va trasversalmente ad attaccare il bisogno della donna.

Può essere di tre tipi:

Timore insuccesso: sto vivendo la performance come un esame, sarò giudicato sulla mia performance, mi sarà dato un voto. Nell’esame, ci si può preparare. Ma nella performance sessuale? E’ proprio mentre cerco di gestirla che perdo il controllo. I primi della classe sono a rischio di disfunzione sessuale. Spesso può essere generato da una defaillance sessuale (eiaculazione precoce, disfunzione erettile, anaorgasmia) che genera un circolo vizioso in cui l'ansia anticipatoria genera la profezia che si autoavvera.

Può dipendere da:

  • insicurezza nella vita
  • bisogno di eccellere e di competere
  • pessimismo (profezia che si autorealizza -> autoipnosi negativa)
  • vulnerabilità all’insuccesso (non capaci di tollerare l’insuccesso. Genitori infallibili che non sbagliano mai)
  • personalità paranoidea
  • senso di inadeguatezza
  • partner che induce o trombamica

Ansia da prestazione, in genere è causata da previsioni reali o immaginate di prestazioni sessuali che possono provenire da parte del partner o del soggetto stesso (es. dura più che puoi) e/o dal bisogno di dimostrare di essere all'altezza del ruolo (in questo caso è il soggetto in prima persona che si crea la richiesta).

Eccesso di altruismo, spesso nasconde i seguenti elementi:

  • volontà ossessiva di dare piacere. Riuscire a dare il piacere più grande.
  • Desiderio di non deludere le aspettative (reali o immaginate)
  • Bisogno di compiacere
  • Paura del rifiuto e abbandono, se non si soddisfano i bisogni dell'altro.
  • Bisogno di mostrarsi perfetti e senza difetti

INTERVENTO: Di fronte alle ansie sessuali, diventa necessario recuperare il “sano egoismo” e la responsabilità del proprio piacere.

3. DIFESE PERCETTIVE-INTELLETTUALI

Sono le difese messe in atto di fronte a conflitti e paure sessuali che interferiscono con la possibilità di abbandonarsi all’esperienza sessuale, alla base di un rapporto sessuale soddisfacente.

Possono essere di due tipi:

Spectatoring (auto-osservazione ossessiva): consiste in un eccessivo controllo sulle proprie emozioni che blocca la capacità di lasciarsi andare al piacere sessuale. In questi casi si finisce per essere troppo tesi ad osservarsi dall'esterno come se ci fosse un giudice. In genere le cause sono date da insicurezza, scarsa fiducia verso l’altro o tendenza alla paranoia. Ci si concentra totalmente l'attenzione sull’apparato del piacere. (Es. nei casi di impotenza, non ci si fida più del proprio organo e si finisce per controllarlo in continuazione). Oppure si può essere spettatori dell’insuccesso dell’altro. (es. Ho capito che non si eccitava)

L’indifferenza (ci fidiamo dei nostri genitali): è un meccanismo che viene messo in atto contro le proprie ansie e i sensi di colpa nei confronti della sessualità. Il soggetto ammette di non provare alcuna sensazione erotica o non si autorizza. (Son lì e non sento più niente all’improvviso: anedonia).

INTERVENTO: Sono molto utili le tecniche Start and stop e gli esercizi di Kegel.

4. CARENZA DI COMUNICAZIONE

Se non so comunicare nella coppia, posso avere problemi nella sessualità e viceversa. Se c’è comunicazione fuori, potrebbe essere utile comunicare cosa fa piacere, così da andare alla ricerca del piacere.

INTERVENTO: aiutare la coppia a comunicare le reciproche esigenze sessuali in modo da avere un feedback reciproco e continuo.

Davide Algeri - Psicologo Psicoterapeuta Consulente sessuale

Per prenotare una prima consulenza sessuale individuale o di coppia in studio a Milano chiama direttamente il 348.5308559 o clicca sul banner che trovi di seguito

Banner richiedi consulenza sessuale a milano

Visita il mio sito ufficiale su psicologo Milano

Commenti  

 
0 #1 Psicoterapeuta Padov 2015-08-02 09:36
Complimenti Dottore, veramente un ottimo articolo.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Richiedi un colloquio

Nome *
E-mail *
Descrivi la tua richiesta *
capcha *

Se...sso sul Sesso

"Se...sso sul sesso" la prima sessuologica per Iphone

La prima training-app sulla sessulogia che ti aiuta ad affrontare le molteplici tematiche della sessualità in modo consapevole e sereno

Statistiche